de
en
fr
it

Perché c’è bisogno di un sistema di ventilazione residenziale controllata? Finora si è fatto anche senza.

Visto l’auspicio di risparmiare energia, negli ultimi anni i requisiti relativamente alla tenuta dell’involucro dell’edificio sono stati notevolemente inaspriti da norme/direttive/regolamenti sia a livello Europeo che Italiano.

I nuovi edifici e gli edifici ristrutturati sono ora talmente a tenuta che non può più essere garantita una sufficiente qualità dell’aria se si areano normalmente le stanze.

L’esempio più frequente: le nuove finestre a tenuta. Giorno e notte si dovrebbero aprire le finestre ogni 2 ore per circa 10 minuti (a seconda del vento e della temperatura esterna). Ciò è abbastanza difficile da realizzare ela salubrità dell’abitazione o la conservazione dell’edificio non possono quindi più essere garantite.

La conseguenza è una qualità dell’aria talmente cattiva a causa della formazione di muffa, del radon, dell’evaporazione di materiali da costruzione, ecc. che il numero delle malattie delle vie respiratorie e delle allergie è aumentato rapidamente negli ultimi anni. La muffa può anche provocare danni permanenti alla struttura dell’edificio. Oltre alla possibilità piuttosto insensata dal punto di vista energetico e igienico di dotare, in modo mirato, la parete esterna di fori (“punti di passaggio dell’aria sulla parete esterna”), non rimane che garantire la ventilazione minima mediante dei ventilatori.

Anteprima di stampa

0 documento/i da stampare

renovation Edifici già esistenti
new-building Edifici nuovi